La tampografia nei gadget personalizzati

La tampografia è un’ottima tecnica di stampa per i gadget personalizzati di aziende o associazioni. La versatilità della stampa tampografica consente di beneficiare di vantaggi notevoli, generando un prodotto finito pratico, di qualità e solitamente realizzato in grande quantità.

I vantaggi della tampografia nei gadget personalizzati

Sono diversi i vantaggi che l’impiego della tampografia nella realizzazione di gadget personalizzati può generare, a partire dall’abbattimento dei costi unitari in maniera direttamente proporzionale al numero di oggetti tampografati.

  • Semplicità e velocità: il processo tampografico richiede poco tempo. Si sviluppa infatti in brevi intervalli temporali grazie a macchine che fanno della velocità e dell’automazione le loro caratteristiche principali. Questo consente di ottenere consegne veloci senza perdere qualità del lavoro.
  • Qualità: grazie a inchiostri speciali e a tamponi realizzati con diverse caratteristiche, è possibile ottenere una resa eccellente, con contorni ben definiti, senza sbavature e con colori brillanti.
  • Grafica: solitamente la tampografia nei gadget personalizzati viene impiegata quando si hanno pochi colori. Una scritta monocolore, oppure al massimo un paio di colori diversi, rappresentano il campo ideale per la stampa tampografica, anche se esistono macchine che consentono una grafica multicolore, prolungando però i tempi del processo, ma garantendo la medesima qualità.
  • Economicità: la tampografia richiede la realizzazione di un clichet iniziale il cui costo va spalmato sul numero di oggetti da tampografare. Per stampe numerose il costo unitario diviene veramente irrisorio e quindi, oltre certi numeri, la stampa tampografica è sicuramente una delle tecniche più economiche in assoluto.
  • Flessibilità: diversi materiali e diversi oggetti rendono la tampografia una tecnica applicativa flessibile e idonea ad essere impiegata in più settori.
  • Importanza strategica: un oggetto tampografato con qualità riesce ad acquisire importanza a livello strategico. Infatti la tampografia è prevalentemente impiegata per gadget personalizzabili di piccole dimensioni, utili, spesso pratici e tascabili. Con tali motivazioni il prodotto riceve un valore aggiunto notevole, fino a diventare parte di una politica commerciale interessante e di massa.
  • Durata: i nuovi inchiostri hanno notevolmente incrementato la durata nel tempo della parte tampografata, la quale risulta essere praticamente indelebile e resistente al passare del tempo.

La stampa tampografica: la tecnica

La tampografia è una tecnica di stampa mediante la quale è possibile imprimere loghi e scritte sulla superficie di un oggetto in plastica, vetro oppure metallo. Sebbene teoricamente il metodo tampografico è applicabile a oggetti di qualsiasi forma geometrica, è anche vero che necessita di un’analisi di fattibilità in quanto su superfici irregolari o con curvature particolarmente accentuate, non sempre viene garantita una buona resa e a volte è anche di difficile (se non impossibile) applicazione.
Appositi tamponi realizzati in materiale siliconico (o in speciali resine di gomme termoplastiche), vengono impregnati di un inchiostro per poi andare a deformarsi a contatto con il prodotto e trasferire il logo o la scritta generata mediante un clichet realizzato secondo la personalizzazione richiesta.

Compila il modulo per un preventivo veloce e personalizzato


Proprio grazie a questi tamponi deformabili è possibile stampare anche su forme tonde o irregolari, a patto che l’area di stampa sia compatibile con le dimensioni e le caratteristiche del tampone. Per questo è opportuno che la parte di superficie riservata alla tampografia sia quanto più regolare possibile e non superi una determinata curvatura (concava o convessa), al fine di poter garantire un risultato ottimale.
I tamponi sono di varie durezze al fine di consentire una resa precisa e ad elevata risoluzione. L’impiego in successione di più tamponi permette la stampa di più colori.
La stampa tampografica, nonostante venga svolta con macchinari all’avanguardia, richiede sempre la presenza di una persona che verifichi il lavoro e che disponga nell’apposita posizione l’oggetto da tampografare.

Gadget personalizzati mediante tampografia: una strategia commerciale

Le varie strategie commerciali e di marketing sono spesso orientate a far conoscere la propria azienda o il proprio marchio. Tra le varie tecniche promozionali innovative che il mercato propone oggi (non ultime quelle digitali), ciò che non tramonta mai è il classico gadget personalizzato. Esso rappresenta un’arma vincente per l’impresa che vuole diffondere il proprio nome, farsi conoscere e proporsi sul mercato alla ricerca di nuovi potenziali clienti.
Il messaggio deve essere diretto: nome e numero di telefono, oppure logo e uno slogan, o in alternativa ragione sociale e indirizzo o contatto. La tampografia è ideale per spazi di piccole dimensioni e per tale motivo è necessario focalizzare ciò che si vuole trasmettere.
Gli oggetti più gettonati sono le penne, i portachiavi, i gadget da ufficio, come ad esempio i tagliacarte, tutti destinati ad essere utilizzati da coloro i quali li ricevono in dono.
La tampografia consente di avere ben chiaro e visibile il mittente, ossia chi ha firmato il gadget.
Anche le associazioni in occasione di eventi o feste, possono trarre vantaggio dai gadget personalizzati, divulgando così un messaggio preciso.
Valutare dunque la possibilità di tampografare degli oggetti rientra di diritto all’interno di una pratica commerciale forte, capace di distinguere l’azienda e, per la resa ottenibile, è opportuno vedere questo come un investimento e non come mero costo.



Prima di andartene

Eccoci sui social,
restiamo in contatto?



Ci trovi su Facebook


Ci trovi su Linkedin

Raccontaci la tua idea,
ti risponderemo il prima possibile